sabato 27 febbraio 2016

al fano: i froci e le lesbicone dicono che e' una roba contronatura che una come me facci il ministro




Re: Triodi, Pentodi, collettori ed emettitori comuni

Messaggioda F.Calabrese » sabato 27 febbraio 2016, 13:09
Quanto ai valvolari, l'analisi di Cherry e Cambrell dimostra -matematicamente- che l'impedenza d'uscita e la distorsione di un ampli a pentodi controreazionato sono le stesse che avrebbe quell'ampli se lo stadio finale fosse collegato a triodo (=controreazione locale). Questo è il motivo per cui i migliori ampli valvolari non impiegano mai dei pentodi collegati come triodi: non servirebbe a nulla ! (*)

Non dimentichiamo che nei valvolari la controreazione è sempre poca ed a banda larga: manca infatti qualsiasi condensatore di compensazione collocato in uno stadio intermedio...! Non solo... ma la loro distorsione d'incrocio è modesta o assente... per cui c'è anche poco da correggere !

Decisamente i circuiti a valvole escono stra-vincenti, da questo tipo di analisi.

Saluti
F.C.

(*): In realtà il collegamento a triodo peggiorerebbe la distorsione dello stadio che lo pilota, costretto ad uno swing maggiore
 
 
 
 
mica per gnente i accrocchi dei piu' minkia dei accroccatori itagliani e exteri cianno i pentodi con la possibilita' di farli funzionare come triodi...................
e sti robi cianno un gran successo ( si fa per dire...al massimo ne vendono una decina poi canbiano modello o falliscono) tra i piu' minkia dei steriomani