domenica 10 aprile 2016

regime total itario ovvero una manica di mentecatti che anno vinto la lotteria

matteo renzi federica guidi
matteo renzi federica guidi
FEDERICA GUIDI MARIA ELENA BOSCHI MATTEO RENZI
Matteo Renzi e Federica Guidi
Nella migliore tradizione della Casta che aveva promesso di rottamare, il giovane-vecchio di Rignano sull' Arno ha deciso: lo scandalo petroli è colpa delle intercettazioni. Come dire che, se uno ha la febbre, è colpa del termometro. E, se uno ha la faccia da culo, è colpa dello specchio. L' annuncio del premier, che ormai parla come Mastella e B., è giunto l' altroieri in Consiglio dei ministri con una requisitoria contro i pm di Potenza che, non contenti di disturbargli la Boschi, avrebbero nell' ordine: "attaccato tutto il Parlamento" (rubandogli il mestiere), "sindacato l' azione legislativa", "colpito i posti di lavoro" (come se non bastasse il Jobs Act), "messo in pericolo la sicurezza nazionale intercettando il capo della Marina", riempito gli atti di "pettegolezzi sulla vita privata" e "fatto filtrare intercettazioni penalmente irrilevanti".