domenica 26 marzo 2017

kirillov

queledsasol » domenica 26 marzo 2017, 12:32
1)Giradischi Forsell Air System modificato e integrato su base Moss...con alimentazione filtrata e ricreata...fonorilevatore VDH GRASSHOPPER II.
2)Pre phono prototipo bilanciato a triodi con alimentazione induttiva a valvole.
3)Pre linea prototipo bilanciato a triodi del futuro GRAAF GM 15,5 con alimentazione induttiva a valvole.
4)Crossover elettronico analogico JBL (modificato ma sempre orrido..... :D ),taglio 250 hz 12db/ott.
5)Finali bilanciati a SS prototipi del futuro GRAAF GM 400 REFERENCE.
6)Diffusori JBL 4350 (modificata componentistica interna del crossover passivo,circa 25 anni fa, per cui migliorabile oggi)

Il tutto ad oggi in funzionamento sbilanciato a causa del crossover elettronico JBL.
Possibili miglioramenti...........:

A) Sostituzione Fonorilevatore con modello piu' attuale e fresco (la povera VDH è vero che ha mediamente lavorato poco ma ha 20 anni sul groppone)
B) Versione definitiva del Pre phono (il prototipo ha alcuni componenti collocati in zone sbagliate ma non c'era spazio per cui).
C) Sostituzione del Crossover JBL con una versione in corso di definizione, bilanciata a componenti discreti e a cancellazione.
D) Aggiornamento dei Finali alla ultima versione del GRAAF GM 400 REFERENCE.
E) Aggiornamento della componentistica del crossover passivo con componenti Top attuali.

Quindi...dopo.....il tutto in funzionamento bilanciato dal Fonorivelatore fino ai finali.......... :D

Ciao
 
 
 
cioe'......per i prossimi 100 anni non ciavrai un miniuto libero...............ahahhahahhahaahhahahah
 
 
 
 
ma ............
a parte le letroniche............che non voglio intromettermi .........
 
 
i cassoni jbl............vale la pena ? che motivo ce' di modificare dei robi  che piu' che tanto non possono neanche se ci fi bere lacua di lurd ?
o pensi che quelli della jbl dei anni toro erano una manica di pirla?
 
i conponenti top attuali.................sei proprio sicuro che sono meglio rispetto a dei banali condensatori  e dei banali  bobine da qualche  euro....?
 
 
cioe' il grossover non sono i condensatori e le bobine che suonano....checche ne dicano quelli che tirano a canpare vendendo i robi per farli e quelli che li fanno .......il grossover suona per come e' fatto...e' ce' un solo modo giusto per farli............tagli a...... ........... .......... ................ e pendenze di .....
e soprattutto.............gniente resistenze..............





vabe'....vi regalo un po' di cultura
 
 
 
 Il Nord è da qualche parte, lontano negli anni e freddo:
i ghiacci bloccavano i cuori delle persone e le facevano sembrare vecchie
Il Sud era il luogo natale delle terre più piacevoli, ma era secco:
ho attraversato le acque profonde ed esercitato la mia mente
L’Est era l’alba, diventava vivo nel sole dorato
Il vento arrivava, dolcemente, molte teste diventavano una sola
Nel tempo d’estate, sebbene la gente di agosto sogghignasse
Noi vivevamo in pace, ed eravamo felici
Noi camminavano da soli, talvolta mano nella mano
Attraverso la linea sottile che separa il mare e la sabbia
Sorridendo in piena pace
Iniziammo ad accorgerci che avremmo potuto essere liberi
e ci dirigemmo tutti assieme verso Ovest

L’Ovest è il luogo dove i giorni un tempo finiranno
dove i colori si trasformano dal grigio in oro
e dove tu puoi stare con gli amici
e la luce illumina a sprazzi le nuvole dorate sopra di noi
L’Ovest sono Mike e Susie
L’Ovest è dove io amo

Là noi passeremo gli ultimi giorni delle nostre vite
Racconteremo le solite vecchie storie
Bene, almeno abbiamo tentato
Andremo verso l’Ovest, con il sorriso sui nostri volti,
Oh, si, e portate le nostre scuse a quelli
che non hanno mai realmente conosciuto la strada

Noi siamo fuggitivi, camminiamo fuori dalla vita
che abbiamo conosciuto ed amato
Niente da fare o da dire, nessun posto dove fermarci
Ora noi siamo soli
Siamo fuggitivi, portiamo con noi tutto quello che abbiamo
in borse marroni, legate con corde
niente a cui pensare, nulla ha significato
ma siamo felici dentro di noi
L’Ovest è Mike e Susie
L’Ovest è dove io amo
L’Ovest è la casa dei fuggitivi.



I Van Der Graaf Generator nel 1970. Da sinistra: Peter Hammill, David Jackson, Nic Potter, Guy Evans e Hugh Banton.


I "refugees" possono essere tradotti in italiano come "profughi" oppure "rifugiati", questi termini richiamano però eventi esterni e socio-politici, e una condizione passiva dei protagonisti. Vista l'ambientazione fuori dal tempo e dalla storia del brano proponiamo la traduzione con "fuggitivi", che forse rende meglio l'idea del gruppo di uomini e donne che si inoltra verso Ovest, in fuga volontaria o imposta da un mondo ostile.

Chiaramente possiamo trovare ogni significato metaforico a questo splendido brano evocativo, esempio del migliore progressive rock, contenuto nel secondo album del gruppo di Peter Hammill (autore anche del brano), "The least we can do is wave to each other", del 1970.