venerdì 31 marzo 2017

la delfina bizantina

Ancora su DAC e stadi di linea
Messaggioda F.Calabrese » sabato 1 aprile 2017, 1:23



Al massimo il contendente sfoderava una leggerissima maggiore nitidezza in gamma bassa... vale a dire un qualcosa che si ottiene a costo ridicolo semplicemente introducendo un autotrasformatore tra i finali ed i sub (o i bassi), in modo di far lavorare l'ampli su un carico più alto




praticalemente...........quello che facevano in tutti i cinema gia' nei anni dei film muti...........

e pensa te che per conlegare  lanplificatore  ai cassoni usavano fili della corrente da 4 o 6 mm ......................a seconda della distanza tra la gabina e il schermo
e addirittura nei grossover usavano grossi condensatori grossi  aglio e oglio e  bobine avvolte in aria......
cioe'........i steriomani .........ai fili grossi ....ai condensatori grossi e alle bobine avvolte in aria........ci sono arrivati 50 anni dopo senza sapere neanche che cazzo stavano fando...............

cioe'.....ma qualcosa di nuovo tutti questi progettristi riusciranno mai a inventarlo?
hahahhhahahahaahhahahahahaha


...son come i politichi..........a sentirli ragliare  cianno tutti  ben chiaro cosa fare per risolvere  i problemi...peccato che stan tutti li da 30 anni e i problemi invece di eliminarli li anno creati ....


steriomani quando scegliete un sterio non pensate a come suona.....tanto suona di merda piu' o meno come qualunque altro .........badate solo al lestetica e al prezzo...piu' e bello e piu' e' costoso e piu' farete morire dinvidia i vostri amici ......